Pantheon - Pantheon Roma - Hotel Pantheon - Roma Pantheon - Hotel Pantheon Roma - Hotel Roma Pantheon


hotel a roma

HOTEL A ROMA

hotel a roma
hotel a roma
  Home Page | Aggiungi ai Preferiti hotel a roma

DA VEDERE
Colosseo
Musei Vaticani
Fontana di Trevi
Piazza Navona
Piazza di Spagna
Arco di Costantino
Galleria Borghese
Basilica di San Pietro
Pantheon
Musei Capitolini
Museo Castel Sant'Angelo
Galleria Palazzo Corsini
Galleria Spada
Galleria Doria Pamphilj
Galleria Colonna
Campidoglio
Palazzo del Quirinale
Palazzo Chigi
Fori Imperiali
Foro Romano
Ara Pacis Augustae
Domus Aurea
Palazzo Madama
Basilica di San Giovanni
San Paolo fuori le Mura
Fiera di Roma
Eventi a Roma
Storia di Roma

PERNOTTAMENTO
Hotel 5 stelle Roma
Hotel 4 stelle Roma
Hotel 3 stelle Roma
Hotel 2 stelle Roma
Hotel 1 stella Roma
Residence a Roma
Bed and Breakfast Roma
Camping a Roma
Ostelli a Roma

RISTORAZIONE
Pizzerie a Roma
Ristoranti a Roma
Birrerie e Pub a Roma
Enoteche e Wine Bar Roma
Ricette tipiche

MEZZI DI TRASPORTO
Come arrivare a Roma
Autonoleggi Roma
Metropolitana Roma
Aeroporto Fiumicino
Aeroporto Ciampino
Stazione Roma Termini

SITI SU ROMA
Siti Roma

Pantheon


Dove sono custodite le tombe reali


Pantheon - RomaIl Pantheon fu eretto nel 27 a.C. su commissione del console Marco Vespasiano Agrippa, genero e architetto di Augusto, la struttura originaria consisteva in un tempio quadrato di stile greco consacrato alle sette divinità romane. A causa di incendi e terremoti, fu restaurato da Domiziano e ricostruito nel 130 d.C. dall'imperatore-architetto Adriano; l'edificio subisce varie modifiche come l'aggiunta del pronao con le sedici colonne e la grande cupola in calcestruzzo. Inoltre Adriano volle che i posteri si ricordassero chi fu il primo costruttore del tempio facendo incidere sul frontone del portico un'iscrizione: “M·AGRIPPA·L·F·COS·TERTIUM·FECIT” - “ Marco Agrippa, figlio di Lucio, Console per la terza volta, edificò”. Con l’affermarsi del Cristianesimo, l’imperatore Foca cede il tempio al Papa Bonifacio IV che lo consacra al culto cristiano e lo rinomina “Sancta Maria ad Martyres”.



La calotta originaria del Pantheon era coperta esternamente con tegole di bronzo dorato collocate “a squame”, purtroppo non possono essere ammirate oggi perché furono sottratte nel 663 dall'imperatore d'Oriente Costante per essere trasportate a Costantinopoli, la sostituzione avvenne conInterno del Pantheon una copertura di piombo. La sorte volle che anche i rivestimenti bronzei del portico fossero destinati ad altro uso, fonti narrano dell’utilizzo di alcuni di essi per la costruzione di cannoni ed altri concessi da Urbano VIII al Bernini per realizzare il baldacchino di S. Pietro tuttora visibile nella Basilica del Vaticano. Il Bernini, arcitetto papale, lavora anche al Pantheon progettando e guidando i lavori per la costruzione di due campanili ai lati del timpano del pronao che purtroppo saranno eliminati alla fine del XIX secolo. Il porticato è decorato da pregiati marmi policromi e presenta nella facciata 16 colonne monolitiche di granito, l’interno presenta una pianta circolare caratterizzato dalla cupola a cassettoni con un’unica apertura al centro che crea un effetto luminoso che esalta la grandiosità e l'armonia del monumento. Al suo interno furono aggiunti in epoca post-romana gli ornamenti della chiesa, i sepolcri di grandi artisti tra cui ricordiamo quello di Raffaello e quelli dei Reali d’Italia. Una curiosità, ogni anno alle ore 12:00 nel giorno del solstizio d’estate (21 giugno), il raggio di sole che attraversa “l’Oculos” della cupola, investe il visitatore che accede all'interno dal centro del portale.





15/12/2017 14:54:30 | La riproduzione anche parziale di questo sito è Vietata | Contatti Hotel Roma Contatti |