Fori Imperiali - Fori Imperiali Roma - Roma Fori Imperiali - Hotel Fori Imperiali - Hotel Roma Fori Imperiali - Fori Imperiali Hotel


hotel a roma

HOTEL A ROMA

hotel a roma
hotel a roma
  Home Page | Aggiungi ai Preferiti hotel a roma

DA VEDERE
Colosseo
Musei Vaticani
Fontana di Trevi
Piazza Navona
Piazza di Spagna
Arco di Costantino
Galleria Borghese
Basilica di San Pietro
Pantheon
Musei Capitolini
Museo Castel Sant'Angelo
Galleria Palazzo Corsini
Galleria Spada
Galleria Doria Pamphilj
Galleria Colonna
Campidoglio
Palazzo del Quirinale
Palazzo Chigi
Fori Imperiali
Foro Romano
Ara Pacis Augustae
Domus Aurea
Palazzo Madama
Basilica di San Giovanni
San Paolo fuori le Mura
Fiera di Roma
Eventi a Roma
Storia di Roma

PERNOTTAMENTO
Hotel 5 stelle Roma
Hotel 4 stelle Roma
Hotel 3 stelle Roma
Hotel 2 stelle Roma
Hotel 1 stella Roma
Residence a Roma
Bed and Breakfast Roma
Camping a Roma
Ostelli a Roma

RISTORAZIONE
Pizzerie a Roma
Ristoranti a Roma
Birrerie e Pub a Roma
Enoteche e Wine Bar Roma
Ricette tipiche

MEZZI DI TRASPORTO
Come arrivare a Roma
Autonoleggi Roma
Metropolitana Roma
Aeroporto Fiumicino
Aeroporto Ciampino
Stazione Roma Termini

SITI SU ROMA
Siti Roma

I Fori Imperiali di Roma

La grandezza degli Imperatori Romani


I Fori Imperiali sono l'ampliamento dei fori romani, ampliamento necessario perché Roma era cresciuta nel numero di abitanti e perchè il suo ruolo di Capitale dell'Impero le imponeva di assumere un'aspetto più grandioso e monumentale; ma soprattutto perchè i vari Imperatori volevano lasciare una traccia della loro gloria ai posteri. Il primo dei Fori Imperiali ad essere costruito fu quello di Giulio Cesare nel I sec. a.C. e cronologicamente: il Foro di Augusto, il Foro di Nerva ed il Foro di Traiano. I primi scavi archeologici sono iniziati nel 1812 e durano tuttora.



Fori Imperiali - Mappa


1. Mercati Traianei
2. Foro di Traiano e Colonna Traiana
3. Foro di Augusto
4. Foro di Cesare (Forum Iulium)
5. Foro di Nerva (o Transitorio)
6. Foro della Pace (Templum Pacis)

1. Mercati traianei
Sono situati alle pendici del Quirinale e strutturati a livelli sovrapposti. Vennero costruiti nei primi anni del II secolo d.C., erano un magazzino statale per le derrate alimentari e luogo di distribuzione e vendita come un vero e proprio negozio moderno.

2a. Foro di Traiano
E' ultimo in ordine di tempo ad essere stato costruito, tra il 107 e il 112 d.C., ed è il più grande dei Fori Imperiali. Era foramto da una piazza rettangolare con al centro una statua equestre rappresentante Traiano rivolta in direzione sud verso il Foro di Augusto. Ai lati aveva un lunghissimo colonnato e sul fondo una grande esedra semicircolare. Di tutto l'originale splendore, oggi si possono ammirare Colonna Traiana, quello che rimane del portico che fiancheggiava la piazza sul lato nord-orientale, la parte centrale della Basilica Ulpia e ciò che rimane di una delle due biblioteche.

2b. Colonna traiana
Questa è situata nel Foro di Traiano ed inaugurata nel 113 d.C., è formata da 18 grandi tamburi sovrapposti in marmo di Carrara scavati all'interno di essa per realizzare una piccola scala a chiocciola che porta fino al terrazzino situato sopra il capitello di stile dorico. Sopra la colonna si poteva ammirare la statua di Traiano, persa in epoca medievale fu sostituita nel 1587 con l'attuale statua di San Pietro.

3. Foro di Augusto
Il Foro di Augusto ebbe origine da una promessa che Augusto (Ottaviano) fece al dio della guerra Marte Ultore, se gli avesse fatto vincere la battaglia dei Filippi contro gli uccisori di Cesare: Bruto e Cassio avrebbe costruito un tempio in suo onore. Vinse la battaglia e nel 42 d.C. Costruì il Foro, questo era delimitato sul fondo da un muro in tufo e peperino dell'altezza di 30 m., necessario per separare il Foro dal quartiere plebeo della Subura situato dietro di esso. La piazza era fiancheggiata da due portici ed era occupata sul fondo dal maestoso tempio di Marte Ultore. Nel Foro si svolgevano le solenni funzioni: nel tempio si riuniva il Senato per dichiarare la guerra o sancire la pace sotto gli occhi vigili delle statue dei generali vittoriosi.

4. Foro di Cesare
Fu il primo ad essere costruito fra i Fori Imperiali, nel 54 a.C. Giulio Cesare diede inizio ai lavori. Era una piazza rettangolare porticata e conclusa ad ovest dal tempio di Venere Genitrice, madre di Enea, capostipite della dinastia Iulia, dalla quale Cesare dichiarava di essere discendente. Nell'abside del tempio era collocata la statua di Venere Genitrice, opera di Arcesilao, e nella cella si potevano ammirare altre opere come: una statua di Cesare, una di Cleopatra e diversi quadri. Al centro della piazza, dominava la statua bronzea di Cesare su un cavallo le cui zampe anteriori avevano la forma di piedi umani. Sul lato sud ovest c'erano una serie di tabernae (botteghe) che appartengono alla fase più antica del Foro. Lo scavo del Foro è attualmente in corso nella sua parte meridionale.

5. Foro di Nerva
Il Foro di Nerv viene anche denominato Transitorio perchè posto nel piccolo spazio esistente fra il Foro di Augusto e quello di Cesare. Fu iniziato da Dominizizano ed inaugurato dopo la morte dell'imperatore dal suo successore: Nerva nel 98 d.C. Formato da una piazza lunga e stretta e circondata da un colonnato formato con blocchi di peperino. Sul lato di fondo al Foro di Nerva era situato il Tempio della Dea Minerva, appoggiato su di un alto podio e con il pronao formato da sei colonne sulla facciata e tre sui lati.

6. Foro della Pace
Era una piazza monumentale simile ad un foro, per questo denominato Foro della Pace. La costruzione è dovuta all'Imperatore Vespasiano nel 71d.C., che volle un luogo apposito per festeggiare la pace dopo le guerre civili e per commemorare la fine della guerra contro gli Ebrei e la presa di Gerusalemme. Anche qui, come negli altri Fori, la piazza rettangolare è recintata sui quattro lati da un portico colonnato, sui lati nord e sud di esso si aprivano quattro esedre rettangolari e a sud est si trovava un tempio, dove vennero conservati dei cimeli provenienti dal Tempio di Gerusalemme, sottratti da Nerone in Grecia e in Asia Minore per decorare la sua Domus Aurea (vedi sezione apposita) e che Vespasiano volle donare al popolo romano. Nel 192 d.C. ci fu un grande incendio che danneggiò gravemente il Foro e restaurato da Settimio Severo.

19/08/2017 13:08:02 | La riproduzione anche parziale di questo sito è Vietata | Contatti Hotel Roma Contatti |